Fare il Graphic Designer in Italia:
intervista a Luca Giacobbe

Tempo di lettura 5 min.

Ciao Luca, grazie innanzitutto della tua disponibilità. Sono qui per chiederti di parlarci di te e degli studi che hai svolto prima di diventare un professionista…

Ti ringrazio per l’intervista e di avermi dato l’opportunità di essere qui presente per raccontare chi sono e di cosa mi occupo nella mia quotidianità professionale.
Mi chiamo Luca Giacobbe, Graphic designer, ex Studente di Scuola Internazionale di Comics  – Accademia delle arti figurative e digitali a Padova ove ho terminato gli studi soddisfatto di questo settore che ho deciso di intraprendere come professionista.
Nel 2020 grazie alla mia grande volontà ho deciso di aprire uno studio di Grafica e comunicazione professionale, dove ricopro figure professionali sia di graphic designer sia di art director, qui posso esprimere le mie idee e i miei progetti.

Com’è avvenuto il tuo inserimento nel mondo lavorativo?

Nonostante oggi una domanda molto difficile per moltissimi giovani e non, trovare lavoro oggi è sempre più difficile soprattutto se non hai passione e tanta voglia di imparare e di fare, con forza e coraggio si deve andare avanti, la cosa più importante è quella di non perdersi mai d’animo e cercare di essere più energici possibili continuando comunque un’arricchimento personale perchè nel mio settore bisogna essere sempre pronti ad affrontare e cogliere le occasioni che ti si presentano davanti. Ora tutti si chiederanno e se le occasioni sono negative? Certo bisogna assolutamente prendere anche i momenti più brutti della propria carriera professionale e cercare di trasformarli in energia buona per produrre altri lavori, avendo uno studio ho imparato che nulla va buttato via ma tutto serve per migliorarsi.

Com’è nata l’idea di aprire uno studio di Grafica a Rovigo?

Aprire uno studio di Grafica a Rovigo è stato molto difficile perché purtroppo nella città in cui vivo non vi sono molte persone, sicuramente un luogo tranquillo ma per trovare clienti bisogna viaggiare.
L’idea di aprire uno studio di grafica è partita da bambino… da bambino? Si proprio da bambino, quando sognavo che volevo diventare un’astronauta, per andare sulla luna, per prendere il sole e per abbracciare e accendere le stelle. Sono fiero di essere diventato un’astronauta anche se in modo un pò diverso, non posso andare nello spazio, ma quello che riesco a fare è di andarci attraverso i sogni e la grafica.

Di cosa si occupa studio Giacobbegrafico?

Studio Giacobbegrafico è uno studio specializzato in servizi di Grafica ad aziende, professionisti e privati. É dotato di attrezzature professionali moderne digitali per rispondere ad ogni singola esigenza del cliente, sviluppa diverse discipline tecniche/grafiche e creative, per aiutare le aziende a valorizzarsi nel mondo del mercato, in che modo? Attraverso nuovi mezzi di comunicazione, importantissimo diffondere un corretto messaggio coerente con la propria immagine di marca/brand. Non solo lo studio si occupa di fotografia, impaginazione, eventi e web.

Da ex-studente cosa ti senti di dire e consigliare ai futuri diplomati?

Sicuramente chi decide di affrontare il mio stesso settore è fondamentale essere consapevoli che è un lavoro molto difficile e bisogna lavorare sodo, la formazione secondo me è un’elemento fondamentale per poter emergere e spiegare il nostro lavoro di graphic designer.
Se sei creativo e hai voglia di sfruttare la tua creatività sei nella strada giusta, sicuramente ti porta a dei buoni risultati. Nel settore della grafica è importante farsi conoscere per realizzare insieme ad altre persone progetti sviluppati in gruppo, molte volte nel mio settore non si lavora quasi mai da soli ma si condividono esperienze. E’ stato un piacere sostenere questa intervista. Buona Giornata

Luca Giacobbe

 

error: